All for Joomla All for Webmasters
Il Nostro Angolo di Libertà

Prezzi per Assistenza notturna e diurna in ospedale e ospedaliera

Oggi volevamo riprendere un argomento che sembra stare molto a cuore a molti nostri clienti: "i prezzi". Spesso riceviamo domande come:
- Quanto costa una notte in ospedale?
- Quanto costa un assistenza ospedaliera?
- Quali sono i prezzi per un'assistenza diurna?
- Qual'è il costo orario per una badante?
- Quanto costa un'infermiere in ospedale?

Queste sono solo alcune delle domande che riceviamo che riguardano proprio i prezzi. Ma esiste una risposta specifica per queste domande? In linea generale abbiamo provato a rispondere nella nostra pagina "QUANTO COSTA UNA NOTTE DI ASSISTENZA IN OSPEDALE?" ma nella realtà dei fatti quando si fa un confronto tra prezzi e quando si richiedono diversi preventivi per scegliere un servizio, piuttosto che un altro, bisognerebbe valutare anche altre cose oltre la tariffa. Per questo motivo non esiste sempre una risposta diretta alle domande citate sopra. Ogni assistenza, ospedaliera o domiciliare, è diversa da un'altra.
Ogni persona che assistiamo ha esigenze diverse e bisogni differenti. Infatti cerchiamo sempre di mandare la persona più adatta alla persona a cui facciamo assistenza. Questo ci aiuta sempre, a dare il miglior servizio possibile ai nostri assistiti, tenendo sempre d'occhio il prezzo, perchè ci teniamo a non pesare troppo sulle famiglie degli assistiti. Per cui prima di darvi un prezzo specifico vi invitiamo a contattarci, in modo che potremo prendere visione delle reali esigenze di cui avete bisogno. Solo allora potremo darvi il prezzo corretto in base ai servizi studiati su misura alla vostra persona.

Assistenza anziani: novità incentivi 2018 per la badante

Sono milioni le famiglie che oggi devono preoccuparsi di familiari anziani o disabili e destreggiarsi nei problemi legati alla loro assistenza.

Oltre a dover conciliare la propria vita ed il tempo a disposizione con i bisogni della persona assistita, bisogna anche tenere conto dei costi da sostenere per non far mancare l’assistenza necessaria ai nostri cari. Per questo motivo lo Stato prevede aiuti anche di natura economica a famiglie che si trovano in queste condizioni.

Ecco cosa prevede la normativa vigente per il 2018.

La badante

Come per qualsiasi altra posizione lavorativa anche il lavoratore domestico, categoria nella quale rientra anche la badante, viene regolamentato da un proprio contratto collettivo. Per anziani con pensioni basse è comprensibile che un familiare, che cerca di far assistere il suo caro, debba tenere conto del lato economico della questione.

Incentivi ed aiuti statali

Come detto lo Stato per queste situazioni presenta numerosi incentivi. Agevolazioni fiscali, assegni di invalidità, pensioni di invalidità, accompagnamento ed home care premium sono le misure sfruttabili per l’assistenza dei nostri cari anziani.

Agevolazioni fiscali per la badante

Fino a 2.100 euro di quanto speso per la badante può essere scaricato come detrazione al 19%. Agevolazione volta alle famiglie con redditi fino a 40.000 euro annuì

Assegno di invalidità

Prestazione economica, erogata a domanda, in favore di coloro la cui capacità lavorativa è ridotta a meno di 1/3 a causa di infermità fisica o mentale. Assegno erogato per tre anni e che va confermato a scadenza e, come importi, è differente in base ai contributi del disabile.

Accompagnamento

Misura dedicata ad invalidi nella misura del 100% che non possono svolgere le normali funzioni di vita quotidiana

Home care premium

Novità confermata dall’INPS nel 2018 che si rivolge però solo ai dipendenti pubblici che devono assistere un loro familiare. Trattasi di un contributo mensile di 1.050 euro, erogabile per 18 mesi, e soggetto a condizioni reddituali da verificare tramite ISEE

Il nostro centro, oltre che offrire assistenza a persone anziane, offre servizi anche per tutte quelle persone che non sono autosufficienti per i più svariati motivi (ragazzi, adulti, anziani). Se avete bisogno di informazioni sui nostri servizi non esitate a chiamarci, saremo lieti di darvi tutta l'assistenza possibile.

Assistenza Anziani - La casa comune

L'assistenza agli anziani è un problema sempre più sentito in Italia, infatti il ritmo di crescita della popolazione over 65 è tre volte superiore rispetto alle altre fasce di età. Da un lato è un dato positivo, in quanto vuol dire che sempre più persone vivono più a lungo e possono godersi l'anzianità con una vita più serena e tranquilla rispetto a quando si correva 10 ore al giorno per lavoro. Dall'altro lato questo dato spalanca le porte già aperte da tempo dell'assistenza agli anziani. Non solo assistenza di tipo medico ma anche semplice assistenza di tipo psicologico. Infatti molte delle persone citate sopra soffrono, purtroppo, di solitudine. Spesso rimangono lontani dalla famiglia e quindi si sentono sole. Anche per queste persone serve una vera e propria assistenza. E quali sono i modi di aiutare queste persone?
Ovviamente il centro Assistenza Famiglia di Zappalà Giuseppina offre questo tipo di servizio, anche per poche ore al giorno e anche semplicemente per fare compagnia alla persona anziana. Ma oggi, oltre a ricordarvi che il nostro centro fa questo, vogliamo parlarvi di un progetto partito in diverse zone d'Italia che abbiamo trovato molto interessante. Il fatto che questo progetto sia stato avviato, significa probabilmente, che il problema dell'assistenza anziani inizia ad essere percepito anche da quelle persone che non vivono necessariamente questo disagio in famiglia. In cosa consiste questo progetto?
In parole povere, sono state aperte delle strutture comuni, dove gli anziani si possono trasferire per brevi o lunghi periodi e in cui trascorreranno del tempo con persone della stessa età facendosi compagnia e svolgendo attività insieme. Quindi è una casa di riposo?
Non esattamente, in quanto la persona anziana, può tenere e tornare a casa propria quando vuole, però quando è all'interno della struttura comune, non è solo e in caso di bisogno è presente personale qualificato. Insomma, è un pò come tornare al campeggio estivo come quando si era ragazzini. Ovviamente queste soluzioni sono state studiate per persone anziane che sono autosufficienti, proprio perchè non si tratta di una clinica o di una casa di riposo.
Siamo davvero contenti di iniziative come queste che aiutano a gestire l'assistenza agli anziani! Ovviamente il nostro centro offre servizi anche per tutte quelle persone che non sono autosufficienti per i più svariati motivi (ragazzi, adulti, anziani). Se avete bisogno di informazioni sui nostri servizi non esitate a chiamarci, saremo lieti di darvi tutta l'assistenza possibile.

Molinette - La Terapia delle Bambole per curare le demenze

Una nuova terapia alle Molinette. La tecnica è stata messa a punto da uno psicoterapista Svedese. Stimolano le emozioni e favoriscono le relazioni.

È stato introdotto un nuovo modo per combattere la degenerazione celebrale: stimolando le emozioni e favorendo le capacità relazionali. Alla Città della Salute di Torino, dopo la Pet Therapy, arriva la "Doll Therapy" o in altre parole la "terapia della bambola" che sarà utilizzata per la prima volta presso la Geriatria dell'ospedale Molinette di Torino.

Invecchiamento e Demenze

Dal 2001 al 2011 in Italia è stato registrato un forte incremento demografico (crescendo piu di 2 milioni) ma l'altra faccia della medaglia è la maggior diffusione delle patologie dell'invecchiamento. Uno dei fenomeni più diffusi che incide drasticamente sulla vita del singolo individuo è sicuramente la Demenza. L’Alzheimer’s Disease International ha stimato a livello mondiale per il 2017 quasi 10 milioni di nuovi casi di demenza all’anno (di cui circa cinque di Alzheimer): una crescita che porterà ad una quota complessiva di 74,7 milioni di malati nel 2030 e 131,5 milioni nel 2050.

La terapia

La Doll Therapy nasce in Svezia dall'idea di Britt Marie Egedius Jakobsson che ha perfezionato questa terapia utilizzando le bambole per stimolare l'empatia e le emozioni del figlio affetto da autismo. Da quel momento queste bambole verranno usate in tutta Europa per stimolare l'empatia dei bambini e degli adulti e, successivamente, come terapia per i malati di demenza.

Effetti positivi senza farmaci

Questa terapia è un trattamento integrativo, non farmacologico, implementato ora nel reparto Geriatrico dell'ospedale Molinette di Torino ha gia riscontrato diversi benefici come modulazione di stati d’ansia e di agitazione; minore ricorso ai sedativi; riduzione di condizioni di apatia e depressione caratterizzata da disinteresse ed inattività totale; capacità di rispondere ai bisogni emotivi-affettivi; possibilità di ostacolare il deterioramento di alcuni abilità cognitive e motorie.

Doll Therapy alle Molinette di Torino

Grazie ad una donazione del Distretto LEO 108 sarà attivata la terapia su tutti i pazienti affetti da demenza ospitati presso il reparto Geriatria e Malattie Metaboliche dell'osso dell'ospedale Molinette di Torino. Sono state donate 6 bambole chiamate "Empathy Dolls" al reparto il 4 Maggio 2018.

Noi del centro Assistenza Famiglia siamo lieti di collaborare così spesso in ospedali come le Molinette. Se doveste avere bisogno di questo tipo di servizio non esitate a chiamarci, saremo lieti di darvi tutte le informazioni di cui avete bisogno.