All for Joomla All for Webmasters
Il Nostro Angolo di Libertà

Lezione 7 - Installare Whatsapp su iPhone, inviare e leggere messaggi

Finalmente abbiamo pubblicato la nuova lezione per dispositivi mobili. Questa lezione, farà vedere nel dettaglio come installare la famosissima app di messaggistica chiamata Whatsapp e sopratutto come utilizzarla. Perchè utilizzare Whatsapp anzichè mandare un sms?
La risposta è molto semplice:
- Maggiore velocità nell'invio e nella ricezione
- Controllo sullo stato di invio e ricezione rispetto al destinatario
- Non utilizziamo sms (che spesso sono a pagamento) ma solo piccolissimo traffico dati

Questo piccolo programmino non ha più rivali nel mondo della messaggistica. Infatti ha davvero fatto il giro del mondo ed è, probabilmente, l'app più utilizzata la mondo.
Vogliamo vedere qualche cenno su Whatsapp preso dalla celebrissima wikipedia?
Oltre allo scambio di messaggi testuali è possibile inviare immagini, video, audio, documenti, la propria posizione geografica (grazie all'uso dell'applicazione Mappe integrata nel dispositivo) e fare chiamate e videochiamate VoIP con chiunque abbia uno smartphone dotato di connessione a Internet e abbia installato l'applicazione.
Fino al 17 gennaio 2016, l'applicazione prevedeva (dal momento dell'attivazione) un periodo di prova di 1 anno e successivamente il pagamento di un abbonamento, in particolare un canone annuale di € 0,89 per Android, BlackBerry o Windows Phone.

È stata successivamente introdotta la possibilità di abbonarsi per 3 anni al prezzo di € 2,40 o per 5 anni al prezzo di € 3,34 e la possibilità di pagare per un amico. Il servizio viene attivato sul numero dell'utente, che potrà liberamente cambiare cellulare, reinstallare o aggiornare il software, purché il numero telefonico rimanga invariato. Per la piattaforma iOS era invece richiesto un canone pari ad € 1 una tantum, al primo download. Questa politica ha suscitato accese proteste soprattutto da parte di utenti non Apple.

Dal 18 gennaio 2016, i vari abbonamenti sono stati aboliti, di conseguenza WhatsApp è diventato gratuito per un tempo illimitato.
Dal 5 aprile 2016, per tutti gli utenti che possiedono la versione più recente dell'applicazione, viene implementata la sicurezza end-to-end. Questa speciale crittografia permette solo all'utente mittente e all'utente destinatario interessati di possedere i permessi per leggere e agire sui messaggi della conversazione in comune. Nello specifico, questa procedura permette di avere delle conversazioni sicure al punto tale da renderne molto più difficile l'intercettazione. Neppure WhatsApp stesso ha i permessi per agire sui messaggi di testo, vocali o qualsiasi siano loro.

Il 14 novembre 2016 sono state introdotte le videochiamate.
Dal 21 febbraio 2017 è stata introdotta la funzione Stato. Essa permette di caricare una foto o un video che rimarrà visibile a tutti i contatti per un lasso di tempo uguale a 24 ore. La funzione è simile a quelle già presenti su Snapchat, Instagram e Facebook.


E adesso ecco la nostra lezione: